Medico Chirurgo Ortopedico | Dott. Luca Pazzaglia

Medicina rigenerativa

Cellule mesenchimali di origine adiposa (ASC - Adipose Steam Cell)

medicina rigenerativa
Le cellule staminali mesenchimali sono cellule non specializzate “multipotenti” ossia sono in grado di produrre diversi tipi di cellule specializzate del corpo.

Sono progenitrici delle cellule della cartilagine (condrociti), cellule ossee (osteoblasti)…ecc.

Le principali fonti di cellule mesenchimali sono il midollo osseo, il tessuto adiposo ed il cordone ombelicale. Il tessuto adiposo ha una maggiore invasività nel prelievo ma con un buon potere rigenerativo.

Migliora la lubrificazione del comparto intra-articolare creando una sorta di ‘pellicola’ che va a ridurre l’attrito tra i compartimenti ossei e stimola la produzione di cellule cartilaginee e muscolari.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Tale procedura risulta essere molto valida nelle:
  • flogosi
  • tendinopatie acute e croniche (resistenti a terapia medica fisica ed infiltrativa) di media entità
  • lesioni cartilaginee focali di media entità e primi stadi artrosici

Questo processo rigenerativo può essere consigliato al paziente sia per scongiurare od allungare i tempi di un intervento chirurgico, o dopo essersi sottoposto ad intervento al fine di poter accelerare il recupero funzionale.

La scelta può essere effettuata dopo un accurato percorso diagnostico (clinico e strumentale).

I criteri clinici di inclusione sono eventi traumatici acuti (lesioni miotendinee di media entità) o processi degenerativi cronici (lesioni cartilaginee di media/lieve entità).

Non vengono inseriti pazienti nei quali sono riscontrate lesioni (sinonimo di rottura) miotendinee, lesioni legamentose, lesioni menischali oppure lesioni cartilaginee di gravi entità.

TEMPI DI ESECUZIONE DELLA PROCEDURA

Nel rispetto delle moderne tecniche di mini invasività tale metodica deve essere eseguita in sala operatoria in strutture autorizzate con 1 notte di degenza in anestesia locale. L’intero intervento è molto veloce, dura complessivamente circa 30 minuti.

DOVE SI PUÒ UTLIZZARE

Tendinopatie
Condropatia

COME AVVIENE LA PROCEDURA

Fase 1 - Lipoaspirazione

Il chirurgo pratica una piccola incisione addominale attraverso la quale, grazie ad una sottilissima cannula, aspira il tessuto adiposo necessario L’incisione è minima e non ha conseguenze estetiche nel sito del prelievo
Concluso il prelievo viene applicato un punto di sutura riassorbibile nel sito del prelievo e successivamente si procede ad applicare un bendaggio compressivo che verrà tenuto per una settimana.

Fase 2 - Processazione

Il lipoaspirato ottenuto è processato immediatamente all’interno di un kit monouso. Attraverso una minima manipolazione in un sistema chiuso e completamente asettico si procede all’eliminazione dei residui oleosi ed ematici. L’intero processo avviene minimizzando qualsiasi azione traumatica a carico delle cellule mesenchimali contenute nel tessuto adiposo.

Fase 3 - Innesto
Dopo la processazione il tessuto adiposo ricco di cellule mesenchimali viene prelevato dal dispositivo e immediatamente infiltrato nell’articolazione da trattare.

Il trattamento risulta ben tollerato dai pazienti e permette nei giorni successivi una normale attività di vita quotidiana, richiedendo solo una minima riduzione del sovraccarico della zona interessata per qualche giorno successivo all’intervento.

Torna su